Cento anni di turismo organizzato

Erschienen in: Croatia,Cultura,Dalmatia,Notizie,Turismo
Erschienen am: 19.08.2009


Nel museo della città di Kastela è stata aperta una mostra in occasione del centesimo anniversario dell'avvio del turismo organizzato. La mostra è organizzata con l'alto patronato dell'Ufficio Turistico della città di Kastela, del Comune di Kastela, della Contea Splitsko ­ dalmatinska e dell'Ufficio Turistico di questa contea. La ricorrenza di questo importante giubileo è accompagnata dalla pubblicazione del volume "Kastelanski turizam u kronoloskom pogledu ­ 100. godisnjica pansiona Soulavy" ("Turismo a Kastela osservato cronologicamente ­ il 100° anniversario della Pensione Soulavy"), di Sanja Acalija. Gli inizi del turismo a Ka stela sono legati all'apertura della prima pensione per turisti completa di spiaggia a Kastel Luksi (Castel Vitturi). Essa fu aperta dal medico ceco Henrik Soulavy nel 1909 dopo che egli ebbe acquistato il castello Tartaglia-Ambrosini. Da allora prende ufficialmente inizio lo sviluppo del turismo sulla riviera di Kastela. Quasi vent'anni più tardi Petar Kamber apre l'Hotel Palace a Kastel Stari (Castelvecchio), che a quel tempo rappresentava una significativa struttura turistica, e per accrescere ancora di più la qualità dell'offerta turistica nel 1936 venne fondata la Commissione comunale per i bagni per i Castelli bassi (Kastel Stafili (Castel Staffileo), Kastel Novi (Castelnuovo), Kastel Stari i Kastel Luksi). Situata a nord-ovest di Spalato, la città di Kastela unisce sette villaggi una volta collegati ­ Suurac (San Giorgio), Gomilica (Abbadessa), Kambelovac (Cambio), Luksi, Stari, Novi i Stafili, ciascuno dei quali ha una propria specificità. Sebbene si appoggino l'uno all'altro, essi si differenziano quanto a mentalità, interesse e caratteristiche, e con i loro monumenti testimoniano di un ricco patrimonio culturale. Nel territorio della riviera dei castelli è stato costruito un grande numero di appartamenti destinati alla sistemazione in strutture private. Gli ospiti possono inoltre prendere alloggio in alcuni alberghi, mentre chi giunge in barca può ormeggiare presso la marina di Kastel Gomilica. L'intero territorio è inoltre caratterizzato da una ricca offerta di parchi, tra i quali si distingue il Parco Vitturi a Kastel Luksi. Si tratta del più antico parco della riviera dei castelli, realizzato nella seconda metà del diciottesimo secolo. Esso si estende su una superficie di 7450 metri quadrati e nel 1968 è stato proclamato monumento della natura. Qui si trova anche il noto Giardino Botanico della scuola elementare di Ostrog nonché il Giardino Biblico realizzato in occasione della seconda visita in Croazia di papa Giovanni Paolo II. Quest'ultimo giardino si trova nel santuario della Madonna di Stomorija. Oltre ad un grande numero di piante che vi si coltivano, e che vengono citate nella Bibbia, nel giardino signoreggiano le sculture degli importanti scultori croati Vasko Lipovac, Kazimir Hrasta e Matko Miji. L'arrivo del dott. Soulavy a Kastel Luksi, che egli non avrebbe più lasciato, ha suscitato l'interesse anche del grande regista ceco Jii Menzel, tanto da inserire questo fatto nel documentario che egli ha realizzato sulla Croazia, dal titolo "Moja Hrvatska", ("La mia Croazia"), in collaborazione con una squadra della Radio Televisione Croata. In esso si mostra come i primi turisti giunti in Dalmazia siano venuti proprio dalla Cechia.
Source: Croatia.hr

Tags: , ,

Alcuni link rilevanti al tema:

38 queries. 0.366 seconds.
Croatia Blog - 19.05.2012
Powered by Wordpress
theme by evil.bert