Isole della Dalmazia settentrionale

Erschienen in: Croatia,Dalmatia,Escursionismo,Isole,Turismo
Erschienen am: 14.09.2010

Dugi otok
Dugi otok (Isola Lunga) è un’oasi di rarità e contrasti, di località turistiche e bellezze naturali, di stupendi panorami, di magiche insenature e spiagge nascoste. L'isola è lunga circa 45 km, nella parte meridionale misura circa un 1 km di larghezza, mentre la parte isolana più larga arriva a 4 km. Vi sono 12 abitati collegati tra di loro da strade asfaltate.

Dugi otok è ricco di patrimonio sacrale. Merita di essere menzionata la chiesa di S. Giovanni risalente al V – IV secolo nella cittadina Sali, centro culturale e amministrativo dell'isola, come anche la chiesa di S. Vittore dell’VIII – IX secolo sulla Stivanjska gora e la chiesa di San Pellegrino, monumento dell'interesse nazionale nell'abitato Savar.

La cittadina Sali è conosciuta per la sua pesca tradizionale, ormai millenaria. I giardini e gli oliveti risalenti all'antichità attirano numerosi turisti che si divertono anche nelle indimenticabili gare di asini nell'ambito delle feste L'Estate culturale di Sali e le usanze di Sali, caratteristiche manifestazioni popolari estive.

Zaglav, situato quasi sullo stretto dell'arcipelago di Kornati (Incoronate), è molto interessante per i diportisti. I turisti sono attratti in particolar modo dalle splendide spiagge.

Nella parte nord ovest dell'isola si trova il piccolo porto di Božava. L’azzurro mare cristallino e numerose insenature e baie circondate da pinete rendono Božava un posto ideale per riposo e relax.

Nel 1849 sul promontorio nord ovest di Dugi otok fu costruito il faro Veli rat oppure Punta Bianca, alto quarantadue metri che lo rende il più alto tra i fari sull'Adriatico. Nel faro, ristrutturato di recente a scopo turistico, si possono affittare gli appartamenti.

Dugi otok viene menzionato per la prima volta nella prima metà del X secolo dall'imperatore bizantino Costantino Porfirogenito che nella sua opera De administrando imperio lo indica sotto il nome Pizuh. Durante gli scavi archeologici sono stati rinvenuti i resti risalenti al Paleolitico e Mesolitico che dimostrano che l'isola era da tempo abitata.

Isola di Pašman

L'isola di Pašman, nell'arcipelago zaratino, è divisa dalla terraferma da un canale dove spunta una decina d'isolotti sparsi di qua e di là.

Dall'omonimo abitato di Pašman si gode un magnifico panorama su numerosi isolotti disabitati che bisogna scoprire in barca a vela o a motore. L'abitato era nominato per la prima volta dal re Petar Krešimir IV sotto il nome Postimana.

Ždrelac si sviluppo intorno alla chiesa di S. Luca e di seguito si è esteso sulle colline circostanti e lungo piccole baie. Sorge nella parte estrema dello stretto, da cui prende il nome (in croato ždrijelo), che divide l'isola Pašman dall'isola di Ugljan. Il paesino Ždrelac è molto amato da diportisti e appassionati di sport acquatici, mentre le sue belle spiagge lo rendono ideale per le vacanze spensierate.

Isola di Ugljan
Grazie alla posizione e alle caratteristiche di rilievo, l'isola di Ugljan ha il maggior numero di giorni di sole nel bacino di Zadar (Zara). L'isola ha sette abitati, di cui il più grande è Ugljan nella parte nord ovest dell'isola. È un paesino di lunga tradizione turistica. Il suo porticciolo è adatto per l'ormeggio dei piccoli yacht lungo la parte interna del frangionde, mentre le unità più grandi trovano ancoraggio sicuro nella parte sud est. I bagnanti rimangono incantati dalla bellezza delle sue spiagge, e le più belle si trovano nelle baie Ćinta, Mostir e Luka.

Preko, come dice il suo nome (in italiano di fronte) è il paesino proprio di fronte a Zadar. L'architettura tipica dalmata, numerose case di villeggiatura e le passeggiate lungo la riva del mare creano un’atmosfera tipica mediterranea, mentre la vista mozzafiato sul canale zaratino e la vegetazione lussureggiante attirano ulteriormente i turisti.
Sull'isola di Ugljan sorge anche il paesino Kali, conosciuto soprattutto per la pesca e numerosi pescherecci.

Isola di Silba

Silba è un’isola senza macchine e motocicli. Tutto il trasporto e le consegne vengono fatte con i carrelli a due ruote oppure con i trattori a rimorchio. Non vi sono alberghi, ma si può soggiornare comodamente nelle case private affittando camere oppure appartamenti e i padroni di casa si impegneranno che ogni loro ospite lasci Silba molto soddisfatto. L'isola è anche famosa perché non vi sono né animali né vegetali velenosi.

Isola di Olib
L'isola, situata a est da Silba, era abitata già nel periodo romano e nel X secolo si nomina sotto il nome Aloep. È la più bassa tra le isole dell'arcipelago zaratino. La vegetazione lussureggiante e gli spaziosi prati sono la caratteristica principale dell'isola dove gli abitanti producono ottimo olio d'oliva, formaggi, vino, e si occupano del turismo e della pesca.

Isola di Premuda
L’sola, lunga 9 e larga 1 km, è coperta da lecceti, macchia e oliveti. Premuda è una destinazione turistica molto popolare tra diportisti e subacquei. La cosiddetta “cattedrale”, una serie di grotte sottomarine che affascinano i sub per la straordinaria bellezza, è la località più interessante tra i numerosi siti subacquei.

Isola di Iž
Situato nel canale in mezzo tra Ugljana e Dugi otok, Iž piace per il suo particolare charm. Vi sono due abitati Veli e Mali Iž (Piccola e Grande Iž). Iž è unica isola dalmata dove una volta gli abitanti si occupavano del mestiere del vasaio, oggi invece l'isola è diventata un vero paradiso per i turisti in cerca dell'assoluta tranquillità e l'atmosfera rilassante.
Source: Croatia.hr

Tags: , , , , , , , ,

Alcuni link rilevanti al tema:

Leave a Reply

40 queries. 2.022 seconds.
Croatia Blog - 31.08.2013
Powered by Wordpress
theme by evil.bert